Gravidanza e cure dentali

Gravidanza e cure dentali

Durante il periodo della gravidanza la salute dei vostri denti e gengive merita un’attenzione particolare. I cambiamenti ormonali (aumento di progesterone ed estrogeni) che avvengono durante questa fase nel vostro organismo, sono in grado di modificare la composizione della saliva rendendo più facile l’accumulo di placca e tartaro e aumentando il rischiodi carie e gengiviti.

Inoltre il bisogno di fare piccoli spuntini tra un pasto e l’altro favorisce l’aumento della placca. Necessario a  questo proposito effettuare visite di controllo regolari dal vostro dentista, eseguire una corretta igiene orale, avere un’alimentazione sana ed equilibrata in modo da prevenire disturbi gengivali e soprattutto tutelare la salute del vostro bambino.

Trattamenti dentali

Durante le visite presso il vostro dentista, se aspettate un bambino oppure sospettate di esserlo informate subito il vostro medico, in modo tale che provvederà a eseguire trattamenti specifici per il vostro caso. Il primo trimestre della gravidanza è il periodo in cui si sviluppano la maggior parte degli organi del bambino, ed anche se le cure odontoiatriche sono normalmente sicure, è bene evitare qualsiasi rischio in questo periodo. Ecco perché sarebbe opportuno effettuare dei trattamenti specifici prima di avere una gravidanza. In caso contrario andrebbero posticipati. Sono nel secondo trimestre può essere opportuno effetutare dei trattamenti dentali “non rinviabili”.

Radiografie dentali

Normalmente durante una gravidanza è sconsigliabile sottoporsi a radiografie, ma qualora fossero indispensabili, le radiografie dentali possono comunque essere eseguite in quanto prevedono una quantità di radiazioni molto bassa e coinvolgerebbero soltanto una parte del corpo lontana dal feto.

Farmaci

Per evitare potenziali rischi al bambino è bene evitare l’assunzione di medicinali, anche da banco, se non dietro precisa prescrizione medica.

Carie dentali e gengivite

Come già accennato, durante la gravidanza la composizione della saliva cambia e quindi potrebbe esserci il rischio di andare incontro a disturbi gengivali o a carie. Ecco perché è necessario effettuare una corretta igiene orale emai dimenticare l’uso del filo interdentale.  Gli spuntini frequenti e l’acidità delle sostanze rigurgitate (soprattutto nei primi mesi) favoriscono l’intaccamento dello smalto dei denti. Da qui la necessità di lavare i denti molto spesso, anche solo con acqua per asportare tutte quelle sostanze corrosive delle smalto. Ricordate che gli zuccheri non rimossi dai denti diventano acidi solo dopo 20 minuti dall’assunzione.

La gengivite va prevenuta durante la gravidanza. I cambiamenti ormonali infatti rendono più sensibili le gengive rendendole gonfie e rosse. Questo è un disturbo sicuramente reversibile, ma se non curato correttamente e in tempo può degenerare in parodontite. Alcuni studi ad esempio hanno rilevato una correlazione tra la nascita prematura del bambino o il suo sottopeso e una gengivite diagnosticata nella mamma.

Precauzioni

  1. Pulite i denti dopo ogni pasto, anche sopo spuntini giornalieri, utilizzando spazzolino e filo interdentale.
  2. Dopo episodi di vomito e rigurgito risciacquate sempre la bocca, così da eliminare l’acidità residua.
  3. Durante gli spuntini preferite sempre frutta e verdura, evitando dolciumi, alimenti ricchi di carboidrati che possono provocare le carie. Un’alimnetazione sana ed equilibrata è fondamentale per la salute dei vostri denti ma anche per il vostro bambino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *