Dieta contro l’acne. Quali alimenti abolire e quali invece preferire

Dieta contro l’acne. Quali alimenti abolire e quali invece preferire

L’acne che comprare durante l’età adolescenziale e non solo, anche quando si è più mature, è costituita da quel fastidioso disturbo della pelle del viso, principalmente, o della schiena, con una serie di brufoli o eruzioni cutanee che rovinano la bellezza della pelle creando un vero e proprio problema psicologico.

Il problema dell’acne, molto diffuso non solo nella fase dello sviluppo, ma anche dopo, può essere sintomo  di una disfunzione ormonale, e di una cattiva alimentazione, l’intolleranza verso alcuni cibi o l’intossicazione intestinale. Ecco che per risolvere il problema dell’acne non solo è necessario indagare sull’equilibrio ormonale e verificare che non ci siano disfunzioni in atto, ma esaminare le proprie abitudini alimentari, poiché, molto spesso, dietro ad una acne non più giovanile possono nascondersi dei disturbi alimentari, delle allergie o un semplice disordine alimentare.

Gli scopi della dieta

Il regime dietetico da seguire avrà come obiettivo quello di:

  • evitare le fermentazioni gastriche e intestinali che danno origine a tossine  nocive per la pelle;
  • proteggere il fegato e i reni, riducendo al minimo il lavoro di disintossicazione e depurazione del corpo;
  • escludere i cibi che possono provocare reazioni allergiche individuali sulla cute da cui poi l’avvio ad un’acne vera e propria difficile da debellare in poco tempo.

Ad un regime alimentare corretto bisognerebbe ovviamente associare anche delle regole igieniche generali: come l’accurata masticazione dei cibi, ricordiamo che la digestione inizia dalla bocca, non consumare i cibi velocemente, seguire un ritmo di vita tranquillo, per quanto possibile, e sobrio evitando eccessi, infine agire sul sistema nervoso evitando situazioni di stress fisico, mentale e nervosismo. Anche delle intossicazioni e problemi di intestino, come la stitichezza, possono essere causa di brufoli sulla pelle del viso, una reazione inevitabile. In questo caso andrà curato il problema intestinale con i rimedi consoni (ottimo l’aglio se si tratta di parassiti intestinali).

I cibi da abolire

Per evitare fermentazioni intestinali andrebbero evitati cibi che favoriscono la comparsa dell’acne: pasta, minestre di pasta, pizza, pane bianco fresco, pancotti, così pure come legumi, patate specie se cucinate in umido con altri grassi. Bisognerebbe rinunciare a tutti i dolci, ai gelati, alle paste contenenti creme, panna, cioccolato.

Durante i pasti è bene masticare lentamente e non consumare tutto velocemente, in pochi minuti.

Per alleggerire il lavoro di fegato e reni è necessario non solo diminuire il consumo di carboidrati che favoriscono le fermentazioni, ma ridurre al minimo tutti i grassi e cibi pesanti come ad esempio gli insaccati. Sono esclusi quindi salami, carni grasse, cacciagione, insaccati vari, frattaglie, paté, spezie, sottaceti, sughi elaborati, fritture. Nocivi anche i pesci grassi, le anguille, acciughe, sardine, caviale, frutti di mare, crostacei vari. L’apporto proteico potrà essere compensato solo da carne magra ai ferri, pollo arrosto o lessato, uovo (solo se molto fresco), latte e latticini (per chi li tollera). Il latte va preferito quello scremato, come anche lo yogurt magro, e latticini magri non fermentati (ottimo lo stracchino consigliato tra l’altro anche per chi soffre di gastrite).

Attenzione alle allergie

Può capitare che la comparsa dell’acne sia dovuta ad una o più allergie ad alcuni cibi particolari. Allergie che tuttavia possono manifestarsi anche in seguito ad una alimentazione molto ricca, squilibrata e fatta di eccessi, fino ad arrivare a reazioni intestinali e cutanee evidenti e molto fastidiose. In questo caso è bene provvedere e rivolgersi al proprio medico per effettuare delle prove allergiche specifiche. In ogni caso ci sono alcuni alimenti verso cui è molto facile avere allergia, come pomodori, funghi, peperoni, cetrioli, ravanelli, melanzane che vanno usati con una certa prudenza se si ha sospetto di allergie.

Ottime, invece, poiché sono ben digeribili verdure crude come lattuga, cicoria (ottima come depurativo), carote, sedani, carciofi, conditi con olio extra vergine di oliva, limone o aceto. La frutta è indicatissima per l’apporto vitaminico e sali minerali, non deve mai essere consumata in modo eccessivo e va benissimo la mattina come spuntino o a colazione e nel pomeriggio per spezzare. Tuttavia molte persone riscontrano delle allergie ad alcuni tipi di frutta come fragole, banane, more, lamponi. La frutta secca sebbene ricca di vitamine, essendo un po’ grassa, andrebbe eliminata almeno per un certo periodo. Molto utile nella cura dell’acne invece l’uva, che andrebbe mangiata in abbondanza ovviamente quando è periodo, senza semi e senza buccia: è rinfrescante, nutriente, diuretica  e ideale per l’acne. Arance, limoni e agrumi in genere sono ideali per combattere l’acne e oltretutto son ricchi di vitamine.

Una dieta-tipo

Come esempio vi riportiamo un possibile schema da seguire per almeno un paio di mesi, con una certa costanza e pazienza per raggiungere dei buoni risultati. Vanno tenute in considerazione le indicazioni sui singoli cibi (alcune verdure da evitare) o se si hanno delle allergie alimentari.

  • Mattino: una tazza di latte magro (per chi lo tollera) o del tè verde accompagnato da fette biscottate con miele. Una frutta o macedonia con frutta di stagione.
  • Spuntino di metà mattino: yogurt magro o frutto di stagione.
  • Pranzo: un piatto di riso, carne magra ai ferri, o pesce o formaggi fresco, pane integrale, non pane fresco, ma possibilmente bruschettato.
  • Spuntino metà pomeriggio: frutta o yogurt magro.
  • Cena: passato di verdure (niente pasta all’interno) o uova freschissime o formaggio accompagnato da verdure crude.

Evitare caffè e bevande alcoliche e gassate.

I vari alimenti potranno essere gestiti autonomamente tra pranzo e cena, ovviamente questo non è uno schema da seguire alla lettera, ma come punto di riferimento per alimentarsi quotidianamente. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *